Il Centro d’Ascolto si occupa di fornire un primo punto di contatto per venire incontro a situazioni personali, famigliari di bisogno  in senso più ampio del termine.

Il centro si appoggia alla Caritas e San Vincenzo parrochiali per rispondere concretamente alle esigenze che emergono dai colloqui personali .

 E'  operativo nel Centro d’ascolto  il servizio guardaroba.

 

Cenni storici e finalità

Il Centro di Ascolto nasce più di 10 anni fa all’ interno della Caritas parrocchiale; attualmente è operativo due ore alla settimana. Il 47° Sinodo Diocesano sottolinea che in esso “la comunità cristiana rende quotidianamente visibile l’attenzione e la sollecitudine per i poveri, accoglie e ascolta le persone in difficoltà e le orienta verso le strutture ecclesiali e civili competenti per offrire il servizio richiesto di caso in caso”. Per questo è importante che in futuro possa rivestire sempre più un ruolo educativo e missionario nei confronti della comunità: essere di stimolo e richiamo rispetto all’importanza di uno stile di ascolto e di accoglienza, “vegliare” e “svegliare” rispetto alle povertà vecchie e nuove senza paure, informare la comunità su quanto viene svolto nel rispetto delle sofferenze e delle diversità, sollecitare scelte di vicinanza stimolando l’attivazione di aiuti informali che possano coinvolgere i singoli, le famiglie e le risorse del territorio.
Attualmente sentiamo una forte esigenza che il nostro Centro di Ascolto si ‘metta in rete’ con altri, di altre Parrocchie, soprattutto del Decanato, per operare meglio e avere positivi confronti.
 

 Quali servizi offre ?

Il compito del Centro d’Ascolto consiste nell’accogliere, ascoltare, accompagnare le persone, senza distinzione alcuna di razza e/o religione, per aiutarle ad uscire dalle loro problematiche.

 Il suo fine è la promozione della persona, in qualunque stato essa si trovi, per ridare alla stessa la piena dignità di uomo; quindi non assistenzialismo ma accompagnamento affinché l’interessato ritrovi le risorse per risolvere la sua condizione.

Al fine di raggiungere questo scopo, gli operatori s’avvalgono della collabora­zione di altri Enti Ecclesiali (Caritas – Centri d’Ascolto – Fondazioni – etc.) o pubblici presenti sul territorio (utile la mappatura dei servizi che è stata redatta).

Le maggiori povertà riscontrate, tuttora in aumento, sono: difficoltà di trovare un’occupazione stabile e regolare, crescente impossibilità di fronteggiare le rate di pagamento di mutui contratti, carenze d’alloggi, situazioni familiari precarie nelle quali è spesso presente la violenza sulle donne.

A sostegno dell’operato del Centro d’Ascolto sarebbe auspicabile una mag­giore conoscenza, corresponsabilità e collaborazione della comunità Parrocchiale.

L’equipe del Centro è composta da operatori che si riuniscono mensilmente per un esame della situazione e delle problematiche che di volta in volta si presentano.

L’apertura al pubblico ha i seguenti orari:

 il lunedì, dalle 17.00 alle 18.00

 il sabato, dalle ore 9.30 alle ore 10.30.

TELEFONO 02 51621707 

In occasione della "Giornata Mondiale dei Poveri" ti invitiamo ad aderire mettendo a disposizione il tuo tempo e le tue capacità.Leggi il volantino cliccando qui