Caritas Parrocchiale in collegamento con quella Decanale
 
“Continuate a riservare una particolare cura per le attività caritative, facendo crescere la Caritas decanale (Lettera ai sacerdoti e agli operatori pastorali…, cit.).
 
L’orizzonte nel quale ci vogliamo muovere è quello di riuscire a mantenere uniti i livelli di intervento Caritas.
Da una parte l’animazione delle varie comunità perché siano sempre più presenti sul territorio parrocchiale con azioni di reale vicinanza e condivisione, dall’altra la capacità di “coordinare” questi interventi perché esprimano il modo cristiano di vivere la prossimità ai poveri e a chi è nel bisogno.
 
In questo senso va la cura per la formazione degli operatori Caritas e l’aiuto al discernimento delle varie situazioni sociali che interpellano le coscienze dei credenti e degli uomini di buona volontà.
Già è da noi abbastanza praticato in particolare per quanto riguarda il coordinamento e la formazione degli operatori Caritas.
 

Quello che vorremmo realizzare è da una parte il “pensare insieme” la risposta ad alcuni problemi aperti o situazioni di intervento sui bisogni presenti nel nostro territorio (carcere, ospedale oncologico, case di riposo, dormitorio…) dall’altra provare ad esprimere una “parola evangelica” sui fenomeni di rilevanza sociale che accadono attorno a noi. Per rendere possibile offrire collaborazione o segnalare situazioni che meritano attenzione, diamo la reperibilità dei responsabili parrocchiali dei diversi ambiti della Caritas.

 

La Caritas si modula su tre gruppi Operativi:

Centro di ascolto - San Vincenzo - Pastorale degli infermi