RITI DI INTRODUZIONE
 
Sac.     Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.matrimonio1.jpg
Tutti     Amen.
 
Sac.     Il Signore che guida i nostri cuori nell’amore e nella pazienza di Cristo sia con tutti voi.
Tutti     E con il tuo spirito.
MEMORIALE DEL BATTESIMO
 
Sac.     Fratelli ci siamo riuniti con gioia nella casa del Signore nel giorno in cui …... e …… intendono formare la loro famiglia. In quest’ora di particolare grazia siamo loro vicini con l’affetto, con l’amicizia e la preghiera fraterna. Ascoltiamo insieme con loro la Parola che Dio oggi ci rivolge.
In unione con la Santa Chiesa supplichiamo Dio Padre, per Cristo Signore nostro, perché benedica questi suoi figli che stanno per celebrare il loro matrimonio, li accolga nel suo amore e li costituisca in unità.
Facciamo ora memoria del Battesimo, nel quale siamo rinati a vita nuova.
Divenuti figli nel Figlio, riconosciamo con gratitudine il dono ricevuto, per rimanere fedeli all’amore a cui siamo stati chiamati.
Sac.     Padre, nel Battesimo del tuo Figlio Gesù al fiume Giordano hai rivelato al mondo l’amore sponsale per il tuo popolo.
Tutti     Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sac.     Cristo Gesù, dal tuo costato aperto sulla Croce hai generato la Chiesa, tua diletta sposa.
Tutti     Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sac.     Spirito Santo, potenza del Padre e del Figlio, oggi fai risplendere in …….. e …….. la veste nuziale della Chiesa.
Tutti     Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sac.     Dio onnipotente, origine e fonte della vita, che ci hai rigenerati nell’acqua con la potenza del tuo Spirito, ravviva in noi la grazia del Battesimo, e concedi a …….. e …….. un cuore libero e una fede ardente perché, purificati nell’intimo, accolgano il dono del Matrimonio, nuova via della loro santificazione.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
Il sacerdote segna se stesso con l’acqua benedetta poi asperge gli sposi e i fedeli.
Quindi il sacerdote intona il “Gloria” – (in Avvento e Quaresima si omette).
Sac.     Gloria a Dio nell’alto dei cieli,
Tutti     e pace in terra agli uomini di buona volontà.  Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa.  Signore Dio, Re del Cielo, Dio Padre onnipotente.  Signore, Figlio unigenito Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; Tu che togli i peccati del mondo accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.  Perché tu solo il santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo: nella Gloria di Padre. Amen.
Sac.     Preghiamo.
O Dio, che nel grande mistero del tuo amore hai consacrato il patto coniugale come simbolo di unione di Cristo con la Chiesa, concedi a questi sposi di esprimere nella vita il sacramento che celebrano nella fede.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Tutti     Amen.
Liturgia della Parola
PRIMA LETTURA
Lett.     Lettura del libro della Genesi                (Gen 2,18-24)
           
Il Signore Dio disse: «Non è bene che l'uomo sia solo: gli voglio fargli un aiuto che gli corrisponda». Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di animali selvatici e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all'uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l'uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. Così l'uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli animali selvatici, ma l'uomo non trovò un aiuto che gli corrispondesse. Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio formò con la costola, che aveva tolto all'uomo, una donna e la condusse all'uomo. Allora l'uomo disse: «Questa volta è osso dalle mie ossa, carne dalla mia carne. La si chiamerà donna perché dall'uomo è stata tolta». Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno un’unica carne.
Parola di Dio.
Tutti     Rendiamo grazie a Dio.

   SALMO RESPONSORIALE          (Sal. 127)
Lett.     Ripetiamo insieme: Sarà benedetto chi teme il Signore
Tutti     Sarà benedetto chi teme il Signore
Lett.     Beato l'uomo che teme il Signore
e cammina nelle sue vie. 
Della fatica delle tue mani ti nutrirai,
sarai felice e avrai ogni bene.
Tutti     Sarà benedetto chi teme il Signore
Lett.     La tua sposa come vite feconda
nell'intimità della tua casa;
i tuoi figli come virgulti d'ulivo
intorno alla tua mensa. 
Tutti     Sarà benedetto chi teme il Signore
Lett.     Ecco come è benedetto l'uomo
che teme il Signore.
Ti benedica il Signore da Sion.
Possa tu vedere il bene di Gerusalemme
per tutti i giorni della tua vita.
Possa tu vedere i figli dei tuoi figli!
Pace su Israele!
Tutti     Sarà benedetto chi teme il Signore
 
SECONDA LETTURA
Lett.     Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini        (5,2. 21-33)
Fratelli, camminate nella carità, nel modo in cui anche  Cristo ci ha amato e ha dato se stesso per noi, offrendosi a Dio in sacrificio di soave odore.
Nel timore di Cristo, siate sottomessi gli uni agli altri: le mogli lo siano ai loro mariti, come al Signore; il marito infatti è il capo della moglie, come Cristo è capo della Chiesa, lui che è salvatore del corpo. E come la Chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli lo siano ai loro  mariti in tutto.
E voi, mariti, amate le vostre mogli come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, per renderla santa, purificandola col lavacro dell’acqua  mediante la parola, e per presentare a se stesso la Chiesa tutta gloriosa, senza  macchia né ruga o alcunché di simile, ma santa e immacolata.  Così anche i mariti hanno il dovere di amare mogli come il proprio corpo: chi ama la propria moglie, ama se stesso.  Nessuno, infatti ha mai odiato la propria carne, anzi la nutre e la cura, come anche Cristo fa con la Chiesa, poiché noi siamo membra del suo corpo.
Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne.
Questo mistero è grande: io lo dico in riferimento a cristo e alla Chiesa!  Così anche voi: ciascuno da parte sua ami la propria moglie come se stesso e la moglie sia rispettosa verso il marito.
Parola di Dio.
Tutti     Rendiamo grazie a Dio
ANTIFONA AL VANGELO
           
Alleluja    (solo in Quaresima: Gloria e lode a Te Signore Gesù)
Cristo ha amato la Chiesa
e ha dato se stesso per lei;
è grande questo mistero
Alleluja    (solo in Quaresima: Gloria e lode a Te Signore Gesù)
 
VANGELO
Sac.     Il Signore sia con voi.
Tutti     E con il tuo Spirito
Sac.     Lettura dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 2,1-11)
Tutti     Gloria a Te, o Signore
Sac.     In quel tempo, ci fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». E Gesù rispose:  «Donna Che cosa vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora».  Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta ai centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono. Come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto - il quale  non sapeva di dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l'acqua - chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora». Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.
Parola del Signore.
Tutti     Lode a te, o Cristo.
OMELIA DEL SACERDOTE
ANTIFONA DOPO IL VANGELO
 
Tutti     Il Dio d’Israele vi unisca e sia con voi,
egli che già vi ha amato come figli.
Ora, o Signore, fa’ che ti benediciamo ogni giorno
con fede e riconoscenza.
 
LITURGIA DEL MATRIMONIO
 Sac.     Carissimi ….…. e …….., siete venuti insieme nella casa del Padre, perché il vostro amore riceva il Suo sigillo e la Sua consacrazione davanti al ministro della Chiesa e davanti alla comunità.
Voi siete già consacrati mediante il Battesimo: ora Cristo vi benedice e vi rafforza con il sacramento nuziale, perché vi amiate l'un l'altro con amore fedele e inesauribile e assumiate responsabilmente i doveri del matrimonio.
Pertanto vi chiedo di esprimere davanti alla Chiesa le vostre intenzioni.
Sac.     ... e .... siete venuti a contrarre il matrimonio, senza alcuna costrizione, in piena libertà e consapevoli del significato della vostra decisione?
Sposi   Si.
Sac.     Siete disposti, seguendo la via del matrimonio, ad amarvi e onorarvi l'un l'altro per tutta la vita?
Sposi   Si.
Sac.     Siete disposti ad accogliere con amore i figli che Dio vorrà donarvi e ad educarli secondo la legge di Cristo e della sua Chiesa?
Sposi   Si
 
CONSENSO
 
Sac.     Se dunque è vostra intenzione di unirvi in matrimonio, datevi la mano destra ed esprimete davanti a Dio e alla sua Chiesa il vostro consenso.
A.        Io, ... , accolgo te, ..., come mia sposa.
Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.
B.        Io, ..., accolgo te, ...., come mio sposo.
Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.
Sac.     Il Signore onnipotente e misericordioso confermi il consenso che avete manifestato davanti alla Chiesa e vi ricolmi della sua benedizione.
L'uomo non osi separare, ciò che Dio unisce.
Tutti     Amen.
BENEDIZIONE E CONSEGNA DEGLI ANELLI
Sac.     Il Signore benedica (+) questi anelli che vi donate scambievolmente in segno di amore e di fedeltà. Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
A.        …….., ricevi questo anello,
segno del mio amore e della mia fedeltà.
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
B.        …….., ricevi questo anello,
segno del mio amore e della mia fedeltà.
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
 
PREGHIERA DEI FEDELI
Lett.     Per .... e ...., perché il sigillo che si pongono vicendevolmente oggi li mantenga sempre uniti nei momenti sereni e in quelli difficoltosi della vita.
Per questo Ti preghiamo.
Tutti     Ascoltaci  Signore
Lett.     Perché .... e ..... sappiano sempre parlarsi e comportarsi con reciproca sincerità e rispetto.
Per questo Ti preghiamo.
Tutti     Ascoltaci  Signore
Lett.     Per tutti gli sposi qui presenti, perché Dio rinnovi in loro la grazia del matrimonio e porti a compimento il disegno di amore e di vita che hanno intrapreso.
Per questo Ti preghiamo.
Tutti     Ascoltaci  Signore
Lett.     (intenzioni particolari)
Per questo Ti preghiamo.
Tutti     Ascoltaci  Signore
INVOCAZIONI DEI SANTI
Sac.     Ora, in comunione con la Chiesa del cielo, invochiamo l’intercessione dei santi perché i nostri fratelli ……... e ……..   custodiscano nella fedeltà il loro vincolo coniugale.
Santa Maria, Madre di Dio                  prega per noi
Santa Maria, Madre della Chiesa         prega per noi
Santa Maria, Regina della Famiglia       prega per noi
San Giuseppe, Sposo di Maria             prega per noi
Santi Angeli di Dio,                              pregate per noi
Santi Gioacchino e Anna,                     pregate per noi
Santi Zaccaria e Elisabetta                    pregate per noi
San Giovanni Battista                           prega per noi
Santi Pietro e Paolo                             pregate per noi
Santi Apostoli ed Evangelisti                 pregate per noi
Santi Martiri di Cristo                           pregate per noi
Santi Aquila e Priscilla                          pregate per noi
Santi Mario e Marta                             pregate per noi
San Paolino,                                        prega per noi
Santa Brigida                                       prega per noi
Santa Rita                                            prega per noi
Santa Francesca Romana                     prega per noi
San Tommaso Moro                            prega per noi
Santa Giovanna Beretta Molla              prega per noi
San Tommaso Beckett                         prega per noi
Santa Elisabetta                                   prega per noi
Sant’Ambrogio                                    prega per noi
San Carlo                                            prega per noi
Santa ……                                          prega per noi
San …….                                            prega per noi
Santi Nereo e Achilleo                         prega per noi
Santi e Sante tutte                                pregate per noi
Sac.     Effondi Signore, su ... e ...., lo spirito del tuo amore, perché diventino un cuore solo e un’anima sola: nulla separi questi sposi che hai unito, e, ricolmati della tua benedizione, nulla li affligga.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
SCAMBIO DELLA PACE
Sac.     Secondo l'ammonimento del Signore, prima di presentare i nostri doni all'altare, scambiamoci un segno di pace.
 
LITURGIA EUCARISTICA
PRESENTAZIONE DEI DONI
Sac.     Benedetto sei tu, Signore, Dio dell’universo: dalla tua bontà  abbiamo ricevuto questo pane, frutto della terra e del lavoro dell’uomo; lo presentiamo a te perché diventi per noi cibo di vita eterna.
Tutti     Benedetto nei secoli il Signore.
Sac.     Benedetto sei tu, Signore, Dio dell’universo: dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo vino, frutto della vite e del lavoro dell’uomo; lo presentiamo a te perché diventi per noi bevanda di salvezza.
Tutti     Benedetto nei secoli il Signore.
ORAZIONE SUI DONI
Sac.     Accogli, o Padre, i doni per il sacrificio che consacra l'alleanza nuziale; guida e custodisci questa nuova famiglia che tu stesso hai costituito nel tuo sacramento.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
PREGHIERA EUCARISTICA
 
Sac.     Il Signore sia con voi.
Tutti     E con il tuo Spirito.
Sac.     In alto i nostri cuori.
Tutti     Sono rivolti al Signore.
Sac.     Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
Tutti     È cosa buona e giusta.
Sac.     È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo, a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Tu hai dato alla comunità coniugale la dolce legge dell'amore e il vincolo indissolubile della pace perché l'unione casta e feconda degli sposi accresca il numero dei tuoi figli. Con disegno mirabile hai disposto, o Padre, che la nascita di nuove creature allieti l'umana famiglia e la loro rinascita in Cristo edifichi la tua Chiesa. Per questo mistero di salvezza nell'amore, insieme con gli angeli e coi santi, cantiamo l'inno della tua gloria.
Tutti     Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell’universo.
I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
Osanna nell’ alto dei cieli.
Benedetto colui che viene nel nome de Signore. Osanna nell’alto dei cieli!


CANONE EUCARISTICO
 Sac.     Padre veramente santo, fonte di ogni santità, santifica questi doni con l’effusione del tuo Spirito perché diventino per noi il corpo e + il sangue di Gesù Cristo, nostro Signore.
Egli offrendosi liberamente alla sua passione, prese il pane e rese grazie, lo spezzò, lo disse ai suoi discepoli e disse:
PRENDETE E MANGIATENE TUTTI,
QUESTO E’ IL MIO CORPO OFFERTO
IN SACRIFICIO PER VOI.
Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice e rese grazie,
lo diede ai suoi discepoli  e disse

PRENDETE E BEVETENE TUTTI:
QUESTO E’ IL CALICE DEL MIO SANGUE
PER LA NUOVE ED ETERNA ALLEANZA,
VERSATO PER VOI E PER TUTTI,
IN REMISSIONE DEI PECCATI.  
FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME.
Sac.     Mistero della fede !
Tutti     Annunciamo la tua morte, Signore,
            proclamiamo la tua resurrezione,
            nell’attesa della tua venuta.
Sac.     Celebrando il memoriale della morte e risurrezione del tuo figlio, ti offriamo, o Padre, il pane della vita e il calice della salvezza, e ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tua presenza a compiere il servizio sacerdotale.
Ti preghiamo umilmente: per la comunione al corpo e al sangue di Cristo, lo Spirito Santo ci riunisca in un solo corpo.
Ricordati, Padre, della tua Chiesa diffusa su tutta la terra: rendila perfetta nell’amore in unione con il nostro Papa Benedetto, il nostro Vescovo Dionigi e tutto l’ordine sacerdotale.
Accompagna, o Padre, con il tuo amore sulla strada della vita questa nuova famiglia, che è nata in Cristo dal tuo provvido amore; serbala sempre fedele alla grazia del Sacramento, donale la gioia di una esistenza feconda e fa che crescendo nella santità edifichi la tua Chiesa.
Ricordati dei nostri fratelli che si sono addormentati nella speranza della resurrezione, e di tutti i defunti che si affidano alla tua clemenza: ammettili a godere della luce del tuo volto.
Di noi tutti abbi misericordia: donaci di aver parte alla vita eterna, insieme con la beata vergine Maria, con gli apostoli, con Sant’Ambrogio, con i nostri protettori Nereo e Achilleo e tutti i santi, che in ogni tempo ti furono graditi: e in Gesù Cristo tuo figlio canteremo la tua gloria.
Per Cristo, con Cristo ed in Cristo / a te, Dio Padre onnipotente, /
nell’unità dello Spirito Santo,/ ogni onore e gloria
per tutti i secoli dei secoli.    
Tutti     AMEN !
ANTIFONA ALLO SPEZZARE DEL PANE
Tutti     Questo è un grande sacramento
            È il mistero di Cristo e della Chiesa.
Sac.     Guidati dallo Spirito di Gesù e formati al suo divino insegnamento osiamo dire:
Tutti     Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.
 
BENEDIZIONE NUZIALE
Sac.     Fratelli e sorelle, invochiamo con fiducia il Signore, perché effonda la sua grazia e la sua benedizione su questi sposi che celebrano in cristo il loro Matrimonio: egli che li ha uniti nel patto santo per la comunione al corpo e al sangue di Cristo li confermi nel reciproco amore.
Sac.     O Dio, con la tua onnipotenza hai creato dal nulla tutte le cose e nell’ordine primordiale dell’universo hai formato l’uomo e la donna a tua immagine, donandoli l’uno all’altro come sostegno inseparabile, perché siano non più due, ma una sola carne; così hai insegnato che non è mai lecito separare ciò che tu hai costituito in unità.
O Dio, in un mistero così grande hai consacrato l’unione degli sposi e hai reso il patto coniugale Sacramento di Cristo e della Chiesa.
O Dio, in te la donna e l’uomo si uniscono, e la prima comunità umana, la famiglia, riceve in dono quella benedizione che nulla poté cancellare, né il peccato originale né le acque del diluvio.
Guarda ora con bontà questi tuoi figli che, uniti nel vincolo del matrimonio, chiedono l’aiuto della tua benedizione: effondi su di loro la grazia dello Spirito santo perché, con la forza del tuo amore diffuso nei loro cuori, rimangano fedeli al patto coniugale.
In questa tua figlia ....., dimori il dono dell’amore e della pace e sappia imitare le donne sante lodate dalla Scrittura. ...., suo sposo, viva con lei in piena comunione, la riconosca partecipe dello stesso dono di grazia, la onori come uguale nella dignità, la ami sempre con quell’amore con il quale Cristo ha amato la sua Chiesa
Ti preghiamo, Signore, affinché questi tuoi figli rimangano uniti nella fede e nell’obbedienza dei tuoi comandamenti; fedeli a un solo amore siano esemplari per integrità di vita; sostenuti dalla forza del Vangelo diano a tutti buona testimonianza a Cristo.
Sia feconda la loro unione, diventino genitori saggi e forti e insieme possano vedere i figli dei loro figli. E dopo una vita lunga e serena giungano alla beatitudine eterna del regno dei cieli. Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
 
RITI DI COMUNIONE
 
Sac.     Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi apostoli:  "Vi lascio la pace, vi do la mia pace",  non guardare ai nostri peccati,  ma alla fede della tua Chiesa,  e donale unita e pace secondo la tua volontà.  Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
Tutti     Amen.
Sac.     La pace e la comunione del Signore nostro Gesù Cristo siano sempre con voi.
Tutti     E con il tuo spirito
Sac.     Beati gli invitati alla cena del Signore. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo.
Tutti     O Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa: ma dì soltanto una parola e io sarò salvato.
ANTIFONA ALLO COMUNIONE
Tutti     Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei
            e si è preparato una sposa santa e immacolata.

ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE
Sac      Preghiamo
O Dio, per questo sacrificio di salvezza accompagna con la tua provvidenza la nuova famiglia che hai consacrato; fa' che ... e .... , uniti nel vincolo santo e saziati con l'unico Pane di vita, vivano concordi nella tua pace.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti     Amen
 
RITI DI CONCLUSIONE
Sac.     Il Signore sia con voi.
Tutti     E con il tuo spirito. Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.
Sac.     Iddio, nostro Padre, vi conservi uniti nell'amore; la pace di Cristo abiti in voi e rimanga sempre nella vostra casa.
Tutti     Amen.
Sac.     Abbiate benedizione nei figli, conforto dagli amici, vera pace con tutti.
Tutti     Amen.
Sac.     Siate nel mondo testimoni della carità di Cristo, sappiate riconoscere Dio nei poveri e nei sofferenti perché essi vi accolgano un giorno nella casa del Padre.
Tutti     Amen.
Sac.     E su voi tutti, che avete partecipato a questa liturgia nuziale, scenda la benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Tutti     Amen.
Sac.     Andiamo in pace.
Tutti     Nel nome di Cristo.
 
Al termine della Celebrazione, prima di sottoscrivere l’Atto di Matrimo­nio, a norma della Notificazione della Congregazione per i Sacramenti del 3 giugno 1985, in applicazione all’articolo 8, comma primo, del­l’Accordo che apporta modificazioni al Concordato lateranense tra la Santa Sede e lo Stato Italiano, il sacerdote celebrante dice:
Carissimi .... e ....., avete celebrato il sacramento del Matri­monio manifestando il vostro consenso dinanzi a me ed ai testimoni. Oltre la grazia divina e gli effetti stabiliti dai sacri Canoni, il vostro Matrimonio produce anche gli effetti civili secondo le leggi dello Stato.
Vi do quindi lettura degli articoli del Codice civile riguar­danti i diritti e i doveri dei coniugi che voi siete tenuti a rispettare ed osservare:
Art. 143: Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimo­nio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professio­nale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.
Art. 144: I coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esi­genze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa. A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l’indirizzo concordato.
Art. 147: Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’ob­bligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspi­razioni dei figli.